30.10.2012 Defibrillatori negli impianti sportivi, sta per arrivare una legge regionale

Federazioni sportive, enti di promozione e Coni convocate in consiglio regionale per una consultazione della commissione Sanità

 

Una legge per favorire la diffusione dei defibrillatori semiautomatici nell’ambito della pratica fisica e sportiva è all’esame del Consiglio regionale della Toscana. Si tratta di una proposta d’iniziativa consiliare, con primo firmatario Paolo Marini del gruppo Fds-Verdi e sottoscritta da molti altri esponenti del Centrosinistra. Su tale proposta di legge, oggi pomeriggio, si sono svolte delle consultazioni in commissione Sanità con rappresentanti di federazioni sportive, enti di promozione, associazioni di enti locali e Coni.
Il presidente di commissione, Marco Remaschi del Pd, ha ricordato la storia della proposta di legge, ormai in discussione da circa un anno, che recepisce ed amplia un’indicazione di carattere nazionale allo scopo di dotare tutti gli impianti sportivi toscani di defibrillatori preparando al contempo del personale volontario in grado di utilizzarli. Remaschi ha anche sottolineato la necessità di chiudere l’iter legislativo in tempi ragionevoli.
Per l’Uisp, ente di promozione sportiva, è intervenuto Enrico Maestrelli della direzione regionale. Per lui la filosofia del disegno di legge è buona, ma occorre che le società sportive, specie quelle più piccole e basate sul dilettantismo, siano aiutate a realizzare i programmi contenuti nel testo normativo. Non sarebbe giusto, ha detto, non tenere di conto delle specificità dei gruppi sportivi amatoriali o comunque meno ricchi ed organizzati. Un concetto, questo, che ha espresso anche il presidente del comitato toscano della Fihp, federazione hockey e pattinaggio, Mario Tinghi, che ha chiesto che il costo dei defibrillatori e della formazione dei volontari non ricada interamente sulle società sportive. Tinghi è intervenuto anche come dirigente del comitato olimpico toscano, essendo il vicepresidente del Coni provinciale di Livorno.
A seguire la consultazione, anche i consiglieri Loris Rossetti del Pd e Marco Carraresi dell’Udc. Il primo dei due risulta peraltro fra i firmatari del testo. Il presidente Remaschi, nel ricordare che messaggi di condivisione sulla filosofia della proposta di legge sono pervenuti da Anci Toscana e Uncem, ha concluso assicurando che le osservazioni avanzate dai due intervenuti saranno adeguatamente tenute in considerazione dalla commissione Sanità.
Fonte: Go NEWS
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: