26.02.2012 Due vite salvate dai defibrillatori semiautomatici in poche ore. Porfido: “La riorganizzazione del 118 funziona”

Un volontario delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli con il defibrillatore semiautomatico (foto gonews.it)

Il cuore di una 77enne riparte dopo essere stata soccorsa in strada in viale Petrarca. I volontari delle Pubbliche Assistenze Riunite permettono a un 81enne di via Monaco di evitare il peggio

Il defibrillatore semiautomatico salva la vita. Due esempi recentissimi dimostrano come la riorganizzazione del 118 di Empoli, che vede l’utilizzo di questo strumento da parte anche dei volontari della associazioni, può essere davvero fondamentale in situazioni di arresto cardiaco.

 

Stamani, venerdì 26 ottobre, intorno alle 10 un’anziana di 77 anni, passeggera nell’auto guidata dalla figlia, ha accusato un malore in viale Petrarca, all’altezza del Bar Pasticceria La Perla. In un minuto e 41 secondi è arrivata sul posto l’automedica del 118: medico e infermiere hanno effettuato un defibrillazione in strada per venti minuti, poi è arrivata l’autoambulanza della Pubblica Assistenza di Montelupo Fiorentino che ha accompagnato l’anziana al pronto soccorso dell’ospedale ‘San Giuseppe’ di Empoli. La donna è ricoverata in osservazione, ma in ogni caso il suo cuore è ripartito e la sua vita è stata salvata.

 

Ieri, giovedì, alle 12.30 il defibrillatore Dae ha salvato la vita di un 81enne che abita in via Guido Monaco a Empoli. Mentre stava pranzando in casa ha accusato un arresto cardiaco. I volontari delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, arrivati con un’autoambulanza, essendo abilitati all’uso del defibrillatore, hanno effettuato la manovra per tre volte, facendo ripartire il cuore dell’uomo prima dell’arrivo dell’automedica. Medico e infermiere sono saliti sull’ambulanza e hanno accompagnato l’81enne all’ospedale ‘San Giuseppe’ di Empoli, dove si trova ricoverato in osservazione nel reparto di rianimazione.

Il direttore generale dell’Asl 11, Eugenio Porfido, alla luce di questi due episodi, esprime gratitudine al personale volontario, medici e infermieri del 118, evidenziando come la riorganizzazione dell’emergenza/urgenza stia effettivamente funzionando.

Fonte: GONEWS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: