05.06.2012 Il motto è “La salute è un gioco da ragazzi”

Donati dalla “Fondazione Monnalisa” due defibrillatori alle scuole aretine tramite l’operazione “Salva il tuo cuore”. Un primo passo verso la realizzazione di altri progetti importanti

VALDICHIANA ARETINA – Gli alunni della scuola primaria di Cortona e Camucia hanno raggiunto con entusiasmo e passione un obiettivo importante.
Grazie al modello raccolta fondi della “Fondazione Monnalisa” hanno raggiunto i budget necessario per fornire le strutture scolastiche di due defibrillatori automatici. Un acquisto che rende ancora più sicura la permanenza nell’ambiente della scuola.
Le famiglie, gli studenti e il personale hanno collaborato con volantini e vendite di cuori di cioccolato per san valentino, Uova di Pasqua e regalini per la festa della mamma per autofinanziarsi. È stato un successo, a Cortona, come in altre scuole della provincia aretina.
La consegna ufficiale è avvenuta nell’aula Magna della scuola “Girolamo Mancini” alla presenza della dirigente scolastica, Maria Beatrice Capecchi. Tutti gli studenti hanno partecipato con entusiasmo mostrando cartelloni e striscioni con lo slogan “la salute è un gioco da ragazzi”.
A sostenere il progetto accanto alla fondazione Monnalisa rappresentata dalla presidente Barbara Bertocci e dal segretario generale Maria Antonietta Chiodini, ci sono la fondazione Cesalpino con il coordinatore scientifico, Donato Angioli e il 118 della Asl 8 di Arezzo diretto da Massimo Mandò.
«Ancora una volta diciamo che speriamo di non doverlo mai utilizzare – hanno detto in coro tutti gli intervenuti alla festa di consegna – ma questo resta comunque uno strumento salvavita, facile da usare e indispensabile da mettere in funzione negli istanti preziosi in cui una persona si trova in arresto cardio-respiratorio. Qui ne hanno capito l’importanza i dirigenti, le insegnanti, i bambini e le loro famiglie ed il risultato è evidente sotto gli occhi di tutti».
Una grande soddisfazione, che sarà il punto di partenza per fare altri progetti del genere e dotare di un defibrillatore tutti i luoghi più frequentati della Valdichiana aretina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: