29.04.2012 Ravenna, “Diffondere l’utilizzo dei defibrillatori”

29 aprile 2012 |  Politica | Cronaca | Ravenna

Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna in consiglio comunale, interviene con un’interrogazione sul tema dei defibrillatori.

 

“L’improvvisa e imprevedibile morte di Piermario Morosini durante una partita di calcio ha richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica sulla necessità che si dia corso, ‘nei luoghi di aggregazione cittadina e di grande frequentazione’ (specie in attività che possono produrre stress psicofisici, si può aggiungere), ad una ‘diffusione graduale e capillare dei defibrillatori semiautomatici’, in modo da costituirne ‘una rete in grado di favorire la defibrillazione entro quattro/cinque minuti dall’arresto cardiaco, se necessario prima dell’intervento dei mezzi di soccorso sanitari’.

 

È scritto , spiega Ancisi, nel decreto del ministero della Salute in data 18 marzo 2011, non molto conosciuto e ancora meno applicato, che ha come titolo: “Determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni…”. Il decreto ha dato seguito ad una norma della legge finanziaria dello Stato 2010, che autorizza la spesa di 4 milioni di euro per l’anno 2010 e di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2011 e 2012, finalizzata a finanziare presso le Regioni e i Comuni la diffusione di defibrillatori esterni. Nella nostra città, il problema è sentito anche con maggior intensità, per via della morte recente del campione di pallavolo Vigor Bovolenta, ravennate di adozione, a causa di un malore occorsogli a Macerata durante una partita.

Il decreto assegna alle Regioni il compito di introdurre nei rispettivi territori programmi di diffusione dei defibrillatori e di formazione degli operatori, coinvolgendo al riguardo i servizi d’emergenza locali e potendo autorizzare  l’installazione  di  un  sistema  automatico  di allertamento del 118.

Per quanto riguarda una “prima diffusione” sul territorio comunale, Ancisi afferma: “Nella nostra realtà locale potrebbe riguardare strutture pubbliche, come gli impianti sportivi e le scuole; ma anche gli stabilimenti balneari, soggetti a concessione pubblica d’uso del suolo, esplicitamente indicati nel decreto (il problema si pose a Ravenna già la scorsa estate, anche se la morte in spiaggia di una ragazza durante una festa da ballo non sembrò poter essere evitata a seguito di soccorsi più tempestivi). Non va escluso, in attesa di una favorevole risposta della Regione, un avvio rapido del programma con l’uso di risorse locali, ricorrendo anche a contributi e sponsorizzazioni di soggetti privati, come ad esempio fondazioni bancarie, associazioni imprenditoriali, aziende (anche a partecipazione pubblica), ecc. Per gli stabilimenti balneari, potrebbe farsi carico ai concessionari stessi, cominciando da quelli dove si svolgono le feste da ballo ad alta frequentazione, o alle loro associazioni, in modo da insediare una prima rete di defibrillatori sul litorale già dalla prossima stagione estiva.

Il costo di un defibrillatore si aggira sui 1000/1500 euro, dunque non eccessivo. La formazione degli operatori richiede la frequenza di corsi non particolarmente impegnativi, anche perché le operazioni che devono compiere sono relativamente semplici (analisi automatica dell’attività elettrica del cuore,  al fine di interrompere una fibrillazione o tachicardia ventricolare, e caricamento  automatico  dell’apparecchio,  quando  l’analisi è positiva, per  ripristinare  un ritmo cardiaco efficace, attraverso una sequenza di shock  elettrici esterni trans toracici, determinata dall’apparecchio). In pratica, sono responsabili solo della esecuzione delle manovre a funzionamento automatico in condizioni di sicurezza per se stessi e per tutte le persone presenti intorno al paziente. A quanto mi risulta, corsi gratuiti sono effettuati a Ravenna dalla Pubblica Assistenza, ma sono anche compresi gratuitamente anche nei contratti di vendita degli apparecchi.

Si interroga dunque il sindaco per chiedergli se conviene di dar seguito (come, dove e quando) alla proposta in oggetto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: