29.03.2012 17ENNE MORTA IN AMBULANZA/ C’ERA UN ALTRO DEFIBRILLATORE, SECONDO LA DIFESA

 

C’era un altro defibrillatore sull’ambulanza che soccorse Antonella Vergori, la studentessa di 19 anni morta il 7 agosto 2007 a Nocera Terinese perché, secondo la Procura di Lamezia Terme, sul mezzo c’era un macchinario malfunzionante. A sostenerlo, nel corso dell’udienza preliminare a carico di 18 persone davanti al gup Gomez de Ayala, è stato uno dei difensori, l’avvocato Francesco Pagliuso.
Il legale ha sostenuto che dagli atti emergerebbe che all’interno dell’ambulanza c’era un altro defibrillatore il cui mancato utilizzo, a suo parere, sarebbe stato l’unica causa della morte della ragazza.
Tra gli imputati ci sono anche i sanitari intervenuti sul luogo ed il titolare della ditta che riparò la batteria del defibrillatore invece di sostituirla. Proprio il malfunzionamento del defibrillatore, secondo il pm Maria Alessandra Ruberto, sarebbe stato all’orgine del decesso della ragazza avvenuto nella postazione 118 di Falerna per fibrillazione ventricolare.
La giovane, originaria di Martirano Lombardo e studentessa al quinto anno dell’istituto magistrale di Lamezia Terme, si era sentita male mentre era in fila per chiedere l’autografo ai componenti di un gruppo musicale, del quale aveva ascoltato un concerto.
Gli imputati sono Pietro Morabito, direttore generale dell’epoca dell’Azienda sanitaria di Lamezia; Maurizio Rocca, ex direttore sanitario; Guglielmo Curatola, direttore Unità operativa emergenza territoriale dell’Asp; Elio Scaramuzzino, direttore unità operativa pronto soccorso; Giuseppina Andreacchi, Domenico Ciliberto, Fortunato Crea, Giovanni Ferraro, Stefano Fucile, Concetta Galeano e Vincenzo Giuseppe Strangis, dirigenti medici del 118; Franca Aracri, Carlo Cuda, Marisa Gigliotti, Francesco Guidoccio, Domenica Merigelli e Napoleone Stella, infermieri del 118, e Francesco Rotolo, amministratore della ditta Avantgard system, fornitrice del defibrillatore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: