03.01.2012 Direttore del Lidl stroncato da malore

L’uomo, 41 anni, si è accasciato tra gli scaffali ed è morto. Vani tutti i tentativi di rianimarlo. Il dolore della moglie

ARGENTA

Un malore improvviso, forse un infarto, e la vita che s’interrompe per sempre.

E’ accaduto ieri pomeriggio ad Argenta. Paolo Carmonini, 41 anni, residente a Conselice (in provincia di Ravenna) e direttore del discount Lidl, in via Celletta, è deceduto in pochi attimi stroncato da un improvviso malore che non gli ha lasciato scampo. Carmonini, che grazie anche al suo incarico di primo responsabile del nuovo supermercato argentano, era una persona molto conosciuta soprattutto tra i clienti del centro commerciale, stava sistemando alcuni prodotti negli scaffali presenti in una corsia. Erano le 17,15 di ieri. Nulla, in precedenza, che avesse fatto pensare ad una simile tragedia. Pochi minuti più tardi, il direttore del Lidl ha accusato un fortissimo dolore al petto e poi si è accasciato a terra in mezzo alla corsia del reparto presso cui stava sistemando alcuni prodotti. I primi ad accorgersene sono stati i dipendenti del discount che hanno avvertito i sanitari del 118. «Con ogni probabilità – dirà più tardi la moglie, Monica Ricci, immediatamente accorsa ad Argenta – è stato un infarto a provocare la morte di Paolo». Sta di fatto che anche i ripetuti tentativi di rianimare l’uomo sono risultati vani. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Argenta. E proprio da questi ultimi è arrivata – in via ufficiosa – la conferma che a stroncare il direttore era stato un improvviso malore, quindi una causa naturale. Da Imola, cittadina di origine della famiglia Carmonini, sono arrivate le onoranze funebri che hanno successivamente trasportato il corpo dell’uomo all’esterno del discount. Quest’ultimo, dopo la tragedia, è stato immediatamente chiuso per consentire ai carabinieri – nonostante l’origine del decesso presentasse pochi dubbi – di svolgere i rilievi previsti per legge. Carmonini viveva con la moglie a Conselice dove aveva mantenuto la residenza, e tutti i giorni si recava ad Argenta per il lavoro. I funerali si svolgeranno a Imola non appena ricevuto il nullaosta delle autorità preposte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: