25.12.2011 Geometra 39enne muore in Brasile

Stroncato da infarto, lascia moglie e due bambini. Nel 2009 aveva aperto una fabbrica di pasta nello stato di Minas Gerais

Una doccia fredda sulle feste di Natale a Cornale. Maurizio Campagna aveva solo 39 anni e due bambini in tenerissima età: è morto in Brasile, stroncato da un infarto improvviso e inspiegabile. Campagna era originario di Cornale e fino a due anni fa lavorava in paese come geometra, con uno studio suo e un negozio di edilizia. La sua famiglia nella zona è molto conosciuta. La notizia della morte, arrivata in paese quasi per caso, si è sparsa in un attimo e ha raggelato l’atmosfera delle feste. Ieri a Cornale nessuno aveva voglia di celebrare il Natale. Campagna in Brasile lascia la moglie e i due figli: una bambina di 5 anni e un maschio di due anni. A Cornale sono rimasti il papà Rocco, la mamma e il fratello maggiore Pino, oltre a numerosi altri parenti. Ieri è stata una processione nella casa di via Gioberti 48: tutto il paese ha voluto recarsi a porgere le condoglianze alla famiglia.

Papà Rocco è costernato, non riesce quasi a parlare. «Abbiamo saputo la notizia quasi per caso – racconta l’uomo – Ci ha informato il Comune, è venuto il sindaco a spiegarci cosa era accaduto». Il fratello Pino cerca di consolare la mamma. E’ lui a raccontare la storia di Maurizio. «Mio fratello sette anni fa aveva conosciuto una ragazza brasiliana, e in breve si erano messi insieme – spiega Pino Campagna – Le sue attività qui in Oltrepo non andavano male, ma tre anni fa aveva comunque deciso di trasferirsi in Brasile con la moglie per costruirsi una vita là. Era andato nella regione di Minas Gerais, nel sud del Brasile, dove aveva aperto una piccola fabbrica di pasta fresca e prodotti alimentari tipici italiani. Le cose gli sono andate subito molto bene. Hanno avuto un altro figlio, ha comprato una bellissima casa. Anche se era lontano non aveva mai tagliato i ponti con noi. Ci sentivamo ogni due o tre giorni, per telefono o per posta elettronica».

«L’anno scorso siamo andati a trovarlo a casa sua, in Brasile – racconta la mamma, disperata – Volevo vedere dove viveva mio figlio. Stava benissimo; una bella casa in un’ottima zona, una bella famiglia. Gli affari gli andavano molto bene, ma soprattutto sono rimasta colpita dalle persone. Gli volevano tutti bene, aveva tantissimi amici. Ci siamo fermati da Maurizio tre mesi, abbiamo visto l’affetto che lo circondava. Sua moglie ci diceva sempre che noi suoceri e il cognato eravamo la sua famiglia. Era un ragazzo d’oro, e ora non c’è più. Non ho più mio figlio». Maurizio, a quanto pare, non soffriva di cuore: la sua morte per un infarto è stata quindi un fulmine a ciel sereno. «Aveva solo un po’ di pressione alta, come me – conclude la madre – Stava bene. E ora lui non c’è più e io sono rimasta qui». Come mai avete saputo della disgrazia solo dal sindaco e non dalla moglie? «Mia cognata ha avuto paura – spiega ancora Pino Campagna – Proprio per l’affetto che la lega a noi, non ha avuto il coraggio di chiamare mia madre per darle la notizia. Mio fratello è morto martedì, noi lo abbiamo saputo solo giovedì sera. Mia cognata ha chiamato un socio di affari di Maurizio, che vive a Pavia, gli ha raccontato l’accaduto e lo ha pregato di informarci. A quanto sembra non gli ha dato però il nostro telefono: e così il socio di mio fratello ha preso contatto con il Comune di Cornale. Da qui si spiega il fatto che sia stato il sindaco ad informarci della disgrazia: abbiamo saputo del decesso solo dopo che in Brasile era stata fatta l’autopsia. Ora siamo in attesa dell’iter burocratico per riportare a casa il corpo di mio fratello». Non si sa ancora nulla dei funerali, nè se la moglie e i figli verranno in Italia oppure se rimarranno in Brasile per portare avanti la fabbrica di Maurizio.

Fonte: LA PROVINCIA PAVESE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: