23.12.2011 Un bomber che amava la Romagna e la Georgia

L’ex calciatore Carnevali, stroncato mercoledì da un infarto, aveva messo su famiglia a Rimini, piazza che lo rese grande, trovando poi fortuna con i club georgiani.

RIMINI – E’ stato un infarto a sorprenderlo per strada, mercoledì sera nella sua Roma, dove era andato a trovare la sorella. Gianni Carnevali, indimenticato bomber di Cesena e Rimini, se ne è andato a 64 anni stroncato da un malore, lasciando un vuoto nella Romagna calcistica e non solo, visto che proprio all’ombra dell’Arco di Augusto aveva formato la sua famiglia.

Carnevali ha scritto pagine indimenticabili nella storia biancorossa, conducendo la squadra alla storica promozione in B a suon di reti, ma anche a Cesena non gli sono mancate le soddisfazioni, come il salto in serie A ottenuto nella stagione 1972/73. Da calciatore ha vestito anche la casacca dell’Ascoli, traendo insegnamenti dal mister Carlo Mazzone, consigli fondamentali utlizzati poi nella sua carriera da allenatore.

In panchina Carnevali ha lavorato per otto anni in Georgia, guidando la Dinamo Batumi e il Wit Georgia, diventando poi responsabile della nazionale Under 17 e 19 e consulente di David Kipiani con la Nazionale maggiore. Con il Wit ha ottenuto lo storico record per il calcio georgiano di aver superato il primo turno di Intertoto.

Fonte: ROMAGNA NOI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: