18.12.2011 Si accascia e muore dopo la partita di calcio

Castel Maggiore

L’imprenditore Giordano Visani stroncato da un infarto a 49 anni Lascia il tuo ricordo 

Giordano Visani (Foto Radogna)

Giordano Visani (Foto Radogna)

Castel Maggiore (Bologna), 18 dicembre 2011 – Lo ha stroncato un infarto, arrivato improvvisamente pochi secondi dopo aver finito una partita di calcetto con gli amici. E’ successo l’altra notte, intorno alle 22,30, nell’impianto sportivo di Torreverde, a Trebbo di Reno di Castel Maggiore. Aveva suonato da poco la campanella che indicava la fine del tempo di gioco e Giordano Visani, 49 anni, imprenditore, padre di due figli, residente a Castel Maggiore, si era appena seduto.

«Dai, giochiamo altri 5 minuti», gli avevano chiesto alcuni amici. Ma Visani, presidente del consiglio di amministrazione della G7 gelati di Bentivoglio, non aveva risposto perché colto da un malore si stava accasciando a terra. Gli amici in pochi attimi hanno compreso la gravità della situazione. Inutile il soccorso dello staff del 118, che gli ha provato a effettuare il massaggio cardiaco e altre pratiche di emergenze, ma nessuna speranza, il cuore di Giordano si è fermato senza più riprendersi. Visani era molto conosciuto: alla guida dell’azienda è riuscito a portare la G7 nell’élite europea del gelato. Giordano passava tanto tempo all’estero. E la prossima settimana doveva partire per un viaggio d’affari in Francia.
LA STORIA dei Visani racconta di una famiglia molto unita e impegnata nell’azienda fondata dal capostipite Guglielmo, che iniziò a distribuire i primi ghiaccioli e granite nel 1959. Giordano, i suoi fratelli e parenti hanno saputo valorizzare l’attività del padre diventando produttori di gelati per tutto il mercato del nord Italia. Nel 1995 è arrivato il nuovo stabilimento di Bentivoglio. Il leader dell’azienda era proprio Giordano.
LA MOGLIE, Stefania Rossi, ieri nella casa di Castel Maggiore, non ce la faceva a parlare del marito. Aveva la commozione nel cuore e non si capacitava di averlo perso: «Era molto affaticato negli ultimi giorni. Non aveva mai avuto niente e non si ammalava mai, ma mi sembrava molto provato e gli avevo detto di restare a casa e riposarsi. Era un uomo straordinario. Lo rispettavano tutti. Le tante telefonate e gli attestati di affetto che abbiamo ricevuto lo dimostrano. Amava profondamente la sua famiglia. E sul lavoro e per gli amici non si risparmiava mai». Il sindaco di Bentivoglio, Vladimiro Longhi, lo aspettava per parlare di un ampliamento: «Mi aveva sorpreso il fatto che, in un momento di crisi, Visani volesse espandersi. Una famiglia che fa parte della storia industriale del territorio».

Fonte: IL RESTO DEL CARLINO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: