09.12.2011 Malore in campo, salvato in extremis

IL CASO. Un ragazzo di 18 anni ha perso i sensi durante una partitella di calcio con gli amici. È stato soccorso tempestivamente dal Suem. Il suo cuore si è fermato di colpo ed ha rischiato la vita.  Fra le concause una possibile intossicazione alimentare

Zoom Foto

È stato il personale del Suem intervenuto in via Pola a salvare il giovane studente che rischiava la vita per un malore durante la partita

Vicenza. Salvato dalla prontezza dei compagni e dal tempestivo intervento dell’ambulanza del Suem, che lo ha letteralmente tenuto in vita per i capelli, per usare l’espressione di un soccorritore.
Giulio Bicego, 18 anni, quando si riprenderà dovrà ringraziare tutti. Al momento è ricoverato in condizioni serie in ospedale, dopo aver rischiato di morire mentre giocava a pallone con i suoi amici. Cosa gli sia accaduto esattamente non è ancora del tutto chiaro, e non è escluso che nel grave malore che lo ha colto un ruolo importante possa averlo avuto un’intossicazione alimentare di cui il giovane sarebbe stato vittima.
Il malessere è avvenuto qualche sera fa nel campetto di calcio che sorge in via Pola, nella zona di viale Fiume. In base a quanto ricostruito, Bicego si era recato con un gruppetto di amici nel campo per fare una partitella. Era da un paio d’ore, come aveva riferito ad uno di loro, che non si sentiva molto bene, attribuendo il malessere a qualcosa – di non meglio precisato – che aveva mangiato a casa di un’amica, dove si era fermato dopo la scuola. «Ha voluto preparare lei il pranzo e chissà cosa mi ha fatto mangiare», era stata la battuta.
Bicego comunque aveva giocato regolarmente per una mezz’ora; non una gara impegnativa (Giulio fa regolarmente sport), ma comunque il giovane ha corso. Fino a quando, senza dire nulla ai compagni, si è allontanato ed ha raggiunto una panchina, sulla quale si è seduto, come spossato. «Ho visto che si appoggiava a peso morto – ha detto un amico -, e subito dopo cadere per terra, privo di sensi».
I ragazzi si sono spaventati e sono accorsi a prestargli assistenza. Hanno compreso che gli era accaduto qualcosa di grave quando hanno visto che non rispondeva e sono corsi a chiedere aiuto ad una coppia di residenti che stava camminando per raggiungere casa. I quali, resisi subito conto che la situazione era molto seria e che non c’era tempo da perdere, hanno chiamato la centrale operativa del 118. Un’ambulanza del Suem si è precipitata in via Pola ed ha soccorso il giovane, che è stato stabilizzato e trasportato d’urgenza in ospedale dove è stato subito ricoverato e sottoposto ai primi accertamenti.
Da quanto è stato riferito, uno degli amici è riuscito a mettersi in contatto con i famigliari di Giulio, che si sono precipitati al San Bortolo per prestargli assistenza.
Cosa gli sia successo deve ancora essere chiarito. Di certo il suo cuore si è fermato ed è stata la velocità d’intervento del 118 e l’abilità professionale del personale del Suem ad evitare allo studente la morte per infarto. Il ragazzo sarà sottoposto ad una serie di accertamenti di natura clinica non appena si sarà ripreso, per capire se non soffra di qualche disturbo di cui perfino lui e i suoi genitori ignoravano l’esistenza. Ma quanto aveva raccontato prima della partitella e una serie di piccole macchie sulla cute hanno fatto ipotizzare una seria intossicazione alimentare, anche se non è chiaro in che maniera sarebbe collegata al malore che ha colto Bicego quasi all’improvviso. Il giovane infatti si è allontanato dal campo dopo essersi fermato dopo una corsa perchè evidentemente si era accorto che qualcosa non tornava. E così pure i coetanei che erano al suo fianco e che l’hanno visto impallidire.
«Sono stati momenti terribili – ha scritto su Fabebook uno degli amici presenti al dramma -, credevo, Giulio, che ci avessi salutato per sempre. Guarisci presto e ti aspettiamo al campetto… e attento con chi vai a pranzo la prossima volta!»

Fonte: IL GIORNALE DI VICENZA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: