02.12.2011 Cure all’infarto, stop al servizio on the road Sparisce il “salvavita” per i colpiti al cuore

Istituito nel 2007, non è più finanziato dalla Regione. Riduceva i tempi di intervento, strappando alla morte decine di pazienti all’anno

di CARLO PICOZZA È finita l’assistenza all’infarto on the road: la Regione non finanzia più il servizio istituito nel 2007. Si chiamava “Infarto. net” e con la telemedicina ha permesso di salvare decine di persone all’anno. Come? Già in ambulanza veniva eseguito l’elettrocardiogramma comunicando in tempo reale il tracciato al cardiologo dell’ospedale, si stabilizzava il paziente e lo si preparava per l’angioplastica alla quale veniva sottoposto senza passare per il Pronto soccorso. Abbattimento di tempi e passaggi per strappare alla morte donne e uomini colpiti al cuore.

“Ora”, spiega Sergio Bussone dalla Cgil, “complici i tagli e l’ignavia della Regione, il servizio è sparito; l’Ares 118 non lo ha neanche previsto nel piano aziendale ma ogni anno 55mila pazienti con patologie cardiache gravi passano per i Pronti soccorsi”. L’equipaggio dell’ambulanza, in linea con l’ospedale, poteva contare su una rete di 18 Unità di terapia intensiva coronarica e altrettante Emodinamiche. “Quando l’infarto usciva confermato dal tracciato”, ancora Bussone, “il cardiologo dall’ospedale prescriveva la somministrazione di un farmaco salvavita per sciogliere l’occlusione coronarica”. Ora quel servizio a costi minimi non c’è più: i 176 infermieri formati ad hoc hanno già spento i 26 monitor con scheda telefonica integrata che li collegava al letto dell’Emodinamica prima ancora di arrivarci.

Fonte: LA REPUBBLICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: