28.11.2011 Imprenditore muore d’infarto, il fratello stroncato dal dolore. Salvato un terzo

Il più giovane si è sentito male a tavola. Quello più grande, sconvolto, ha accusato un forte dolore al petto ed è deceduto

CATANIA – Sono morti per infarto a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro. Due fratelli di Catania, Guido e Alberto Mario Garofalo, di 45 e 54 anni, hanno condiviso un drammatico destino comune. Ma non è tutto: un terzo fratello, Salvatore Garofalo, 57 anni, è salvato da un grave episodio di ischemia cardiaca dai medici dell’ospedale Garibaldi. Come ha raccontato il quotidiano La Sicilia, i fatti sono accaduti domenica, a Nicolosi, nella pineta dei Monti Rossi, dove la famiglia di Guido si erano recata per il pranzo. Improvvisamente, l’uomo, mentre era a tavola, ha accusato un malore e si è accasciato a terra. Sul luogo, allertato dai familiari, è arrivato anche il fratello maggiore, Alberto Mario, il quale davanti alla drammatica scena, si è messo a gridare e a piangere, ha accusato un forte dolore al petto ed è morto. Inutili i soccorsi.

IL MALORE DEL TERZO FRATELLO – Nelle stesse drammatiche ore, per una strana coincidenza temporale, il fratello più anziano ha accusato un malore, mentre si trovava in ospedale ad accudire l’anziana madre. Soccorso da infermieri e medici è stato immediatamente trasferito al pronto soccorso dove gli è stata diagnosticata un’ischemia cardiaca. Il tempestivo intervento lo ha salvato e attualmente si trova ricoverato in prognosi riservata.
I Garofalo erano figli di una famiglia numerosa: tre fratelli e sette sorelle. Un medico interpellato dall’agenzia Ansa spiega i casi dei fratelli Garofalo «con una patologia familiare perchè – sottolinea – non è certo abituale una tale situazione, quindi la malattia dovrà essere studiata anche dal punto di vista genetico»

I SOCCORSI – I fratelli sono ricordati come molto uniti, anche nel lavoro, essendo tra l’altro titolari di una ditta di forniture di bombole d’ossigeno; sempre legatissimi, sino alla fine. Lasciano le due mogli e i cinque figli. I funerali nella parrocchia di Santa Maria Goretti.

Fonte: IL CORRIERE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: