19.04.2011 Cuore «spento» per sette giorni E la bimba di 10 mesi è salva

È successo un mese fa all’ospedale pediatrico Meyer: ora tutte le funzioni vitali della piccola sono state ripristinate. Il cuore della bambina è stato «a riposo»

FIRENZE – Una piccola di dieci mesi, affetta da una anomalia cardiaca congenita così grave da averle ingrossato il cuore a tal punto da occupare buona parte del torace, con frequenti arresti cardiaci e un solo polmone funzionante, è viva grazie a un primo intervento di emergenza a cui è stata sottoposta: uno stent le ha aperto il bronco principale di sinistra. Il tubicino di acciaio le ha garantito l’ossigenazione necessaria a sottoporla a un successivo intervento multidisciplinare innovativo che, dopo averle «messo a riposo» il cuore per una settimana, l’ha restituita a nuova vita. È successo un mese fa all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze: oggi tutte le funzioni vitali della piccola sono state ripristinate. Nella settimana in cui il cuore della bambina è stato «a riposo», tutte le sue attività vitali sono state garantite da una pompa centrifuga extracorporea.

Tecnicamente l’Ecmo è composto da un sistema costituito da una pompa e da un ossigenatore che ha lo scopo di immettere nel circolo ematico il sangue ossigenato. Utilizzata fin dagli anni ’70 solo recentemente, con l’arrivo di nuove pompe ad alta tecnologia, l’Ecmo viene utilizzata anche in trattamenti che durano più giorni. L’anomalia cardiaca di cui soffriva la piccola ha una frequenza di 1 caso ogni 500 cardiopatie congenite gravi. L’intervento multidisciplinare è stato realizzato dallo staff di endoscopia respiratoria, l’èquipe della cardiologia del Meyer, e dello staff di cardiochirurgia pediatrica della Fondazione Toscana Monasterio Ospedale del cuore, G. Pasquinucci di Massa. L’intervento realizzato al Meyer sulla bambina di 10 mesi affetta da una grave e rata cardiopatia, è il primo trattamento multidisciplinare di questo tipo mai realizzato in un ospedale pediatrico italiano.

«Grazie a questo straordinario intervento la mia bambina è nata per la seconda volta. Quando siamo arrivati qui non pensavamo che ora l’avrei vista sveglia, nutrirsi con i biberon, come tutti gli altri bambini» ha detto la mamma della piccola, come si legge in una nota del Meyer. A consentire l’intervento, come spiega Lorenzo Mirabile, responsabile di endoscopia respiratoria del Meyer che ha coordinato tutte le equipe è stata proprio «la presenza combinata degli endoscopisti respiratori, dei cardiologi, dei cardiochirurghi pediatrici e dei rianimatori specializzati in ossigenazione extracorporea (Ecmo)». In sostanza la bambina soffriva di una malformazione congenita causata dalla coronaria sinistra che invece di partire dall’aorta originava dall’arteria polmonare. Ciò ha creato un deficit di ossigenazione del sangue che irrorava il cuore provocando l’enorme dilatazione del cuore stesso e la sua progressiva perdita di forza contrattile. L’organo così ingrossato aveva poi schiacciato completamente il bronco sinistro e quindi il polmone non veniva ventilato. Dopo l’apertura del bronco con uno stent, spiega il cardiochirurgo Bruno Murzi, «la piccola è stata sottoposta ad intervento cardochirurgico di reimpianto sull’aorta della coronaria sinistra», e il suo cuore è stato «messo a riposo», permettendo allo stesso di riprendersi.

Il trattamento ha consentito alla neonata di recuperare dapprima la funzionalità cardiaca e poi quella respiratoria. Ora lei «sta bene e le sue condizioni sono buone». La piccola potrà crescere seguendo una terapia farmacologica ma, sia l’anomalia congenita, sia la disfunzione respiratoria sono state definitivamente corrette. «L’intervento multidisciplinare appena realizzato al Meyer – dice l’assessore regionale al diritto alla salute Daniela Scaramuccia congratulandosi con il Meyer e gli specialisti di Massa -, è una conferma ulteriore di quello che ormai sappiamo bene».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: