17.04.2011 Anche questo è il calcio

Adesso basta! Il calcio deve smettere di pensarsi e considerarsi come la cosa più seria del mondo e che niente può mutare le sue regole incredibili.

Domenica scorsa si sta giocando Monzone-Cinquale, partita di seconda categoria di calcio. Al 23° del primo tempo, Nicola Pasquini del Monzone si accascia in campo e non si muove più. Intervengono i soccorsi, in particolare due suoi compagni di squadra che hanno, per fortuna, da poco terminato il primo corso di pronto soccorso. Capiscono che la situazione è gravissima e fanno chiamare l’ambulanza. Il medico che arriva capisce al volo che si tratta di arresto cardiaco e fa portare subito via il ragazzo.

A quel punto le due squadre non se la sentono di continuare la partita e neanche l’arbitro, tutti troppo scossi. Il direttore di gara chiede alle due società di firmare il referto con la richiesta di sospensione della partita da parte loro perché l’arbitro per queste situazioni (!) non può interrompere la gara.

Il referto arriva in Federcalcio ed il giudice emette il verdetto : partita persa a tavolino per tutte e due le squadre e 300 euro di multa l’una. “Pur comprendendo le motivazioni che hanno portato alla sospensione della gara per un episodio particolarmente drammatico, si è formato un orientamento giurisprudenziale consolidato dalla commissione disciplinare della Toscana che impone in tali circostanze la perdita della gara per entrambe le squadre” si legge nel comunicato ufficiale della Figc Toscana.

Pur volendo sorvolare sul maltrattamento della lingua italiana usato dai dirigenti federali toscani (proprio loro…) il principio è ancora più grave : neanche il rischio di morte (Nicola Pasquini sembra fuori pericolo ma i medici ancora non sciolgono la prognosi) in campo può sospendere una gara senza che qualcuno debba pagare dei soldi.

Questo, caro Presidente del Coni Gianni Petrucci, è uno scandalo ignobile a cui lei e lo sport italiano dovete porre immediatamente rimedio. Che razza di esempio volete dare ai giovani?

Fonte: IL JOURNAL.IT

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: