15.04.2011 Rapina in villa a Cascina Imprenditore muore d’infarto

La vittima è Mauro Franceschi titolare di una società che organizza fiere ed eventi

PISA – Un imprenditore di 61 anni è morto la notte scorsa dopo avere subito una rapina nella sua villa di Visignano di Cascina. L’uomo è morto d’infarto.

Il figlio dell’imprenditore, quando ha capito che il padre stava male, ha chiesto ai malviventi di aiutarlo a soccorrerlo. La vittima è Mauro Franceschi, titolare di una società che organizza fiere ed eventi. L’uomo è stato rapinato nella sua abitazione da alcuni banditi che hanno fatto irruzione dopo la mezzanotte. In casa, oltre all’imprenditore e al figlio, c’era anche la moglie. Sull’episodio indaga la polizia.

Pochi giorni fa l’imprenditore aveva incassato una ingente somma di denaro per i lavori di allestimento di una fiera nel Pisano. Lo ha detto il figlio agli agenti della squadra mobile di Pisa che stanno raccogliendo la sua testimonianza, anche se tra notevoli difficoltà, essendo il giovane sotto choc. Poco dopo è arrivato il personale del 118. Franceschi aveva incassato molto denaro in contanti per l’allestimento degli stand, compiuti dalla sua azienda, all’ Expo di Ospedaletto, a Pisa, fiera che si è appena conclusa. Il figlio non ha saputo dire se il padre avesse già pagato gli operai o se avesse ancora in casa i soldi.

A compiere la rapina che ha provocato l’ infarto mortale a Franceschi, sarebbero stati cinque banditi che hanno agito con i volti coperti da passamontagna. La banda è fuggita portando via 70 mila euro che erano custoditi nella cassaforte. L’ uomo era da tempo sofferente di cuore. Secondo quanto raccontato da alcuni vicini e amici di famiglia, i malviventi sarebbero entrati forzando una porta sul retro e hanno sorpreso l’uomo e il figlio Massimiliano nel sonno. Il fatto è accaduto tra l’una e le due della notte. Secondo i vicini, i rapinatori avrebbero minacciato i tre con una pistola facendosi consegnare il denaro. La famiglia Franceschi è proprietaria della Nuova Cross di Pisa che si occupa dell’allestimento di stand per fiere e gestiva in società i Palabingo di Navacchio, Livorno e una sala giochi con scommesse sportive a Fornacette. Stefano, un amico del figlio Massimiliano, ha raccontato che già un anno fa l’amico gli aveva detto che i ladri avevano provato a rubare in casa dei genitori. «Bisognerebbe armarsi come i carabinieri», ha detto.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire dalla polizia, un bandito ha minacciato con una pistola il figlio dell’imprenditore, Massimiliano, che dormiva nella sua camera, gli altri hanno svegliato il padre Mauro costringendolo ad aprire la cassaforte. Il colpo sarebbe stato compiuto in pochi minuti. È stato il figlio Massimiliano, che ha subito una leggera ferita alla testa, a dare l’allarme avvertendo all’1.10 la centrale operativa del 118 per chiedere i soccorsi per il padre. Secondo il figlio dell’ imprenditore la banda avrebbe parlato in italiano con accento straniero. Nella villa, al momento dell’ irruzione, erano presenti Mauro Franceschi, il figlio Massimiliano e la nonna Bianca, novantenne e invalida che i rapinatori hanno chiuso in una stanza per evitarle di assistere allo choc della rapina. La moglie di Franceschi, Graziella, era con l’altro figlio, Alessandro, a lavorare al Palabingo di Navacchio.

Il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi (Pd), chiama in causa il Governo. «Questo fatto orribile chiama il Governo alle sue responsabilità. A Pisa c’è assoluto bisogno di un reintegro degli organici carenti. Il Governo ha riconosciuto che a Pisa mancano 21 poliziotti: è stata un’ammissione grave, alla quale deve corrispondere l’impegno concreto per un rafforzamento come si è fatto per altre province. Se ciò non avverrà i rappresentanti della nostra comunità, sindaci in testa, faranno gesti clamorosi per chiedere un adeguato presidio del territorio».

Fonte: CORRIERE FIORENTINO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: