25.05.2010 Rallentare le ambulanze per una rianimazione migliore?

Secondo uno studio coreano l’alta velocità delle ambulanze offre un’assistenza meno efficace ai pazienti sottoposti a rianimazione cardiopolmonare.

Utilizzando un manichino computerizzato chiamato Resusci Anne, i ricercatori hanno monitorato l’efficacia delle manovre di rianimazione durante il trasporto in ambulanza con sirena e luci lampeggianti.

Sono risultate aumentate sia la profondità sia la velocità delle compressioni toraciche, ma ciò che ha maggiormente preoccupato gli autori dello studio è la minore durata delle manovre di BLS durante i trasporti ad alta velocità.

Il motivo esatto di questo fenomeno non è chiaro. E’ chiaro, invece, che durante questo intervallo il sangue non viene pompato nel corpo di un paziente in arresto cardiaco, con interruzione dell’apporto vitale di ossigeno al cervello e ad altri organi.

 

A velocità di 60 chilometri all’ora, il tempo di arresto del circolo aumenta solo di pochi secondi rispetto a quando si procede a 30 km/h. Ma i dati sono stati registrati mentre l’ambulanza procedeva su una superstrada dritta e senza semafori. Secondo il Dott. Tae Nyoung Chung, uno degli autori dello studio e medico di medicina d’urgenza al Yonsei University College of Medicine di Seoul, in Corea, nella vita reale è molto probabile che questo fenomeno sia maggiormente accentuato a causa di curve, strade sconnesse e ostacoli alla circolazione.

Sulla base dei risultati, pubblicati on line sulla rivista Resuscitation, i ricercatori ritengono possa esistere una soglia di velocità tra i 30 e i 60 km/h in cui, pur preservando la celerità del trasporto in ospedale, i tempi di arresto del circolo non aumentano. Secondo gli autori questo livello di velocità potrebbe essere proposto come riferimento per il trasporto in ambulanza con BLS in corso.

Questo studio ha l’indiscutibile pregio di aver dimostrato, con gli strumenti del metodo scientifico, una sensazione ampiamente diffusa tra gli operatori: effettuare le manovre di rianimazione nel vano sanitario di un ambulanza in movimento può rivelarsi poco efficace.

Parte del mondo scientifico ha altresì chiesto cautela prima di raccomandare una diminuzione della velocità delle ambulanze. Infatti, se l’esecuzione di un BLS continuo e di qualità è fondamentale per la sopravvivenza, è anche vero che i risultati di questo studio appaiono limitati. Lo svantaggio più evidente di rallentare la velocità delle ambulanze è il maggior tempo impiegato per raggiungere l’ospedale. Proprio per questo, verosimilmente si devono cercare altri modi per aumentare la qualità del BLS.

Un modo per aumentare la qualità, raccomandato dall’American Heart Association al personale d’emergenza, è tentare la rianimazione sul posto invece di precipitarsi in ospedale. Tuttavia è prassi comune effettuare il BLS in ambulanza, anche perché alcuni pazienti non rispondono precocemente al BLS e altri vanno in arresto cardiaco durante il trasporto. Va anche detto che i dispositivi meccanici in grado di offrire compressioni toraciche regolari esistono già, ma il prezzo – tra i 10 e i 15 mila dollari – è proibitivo.

Attualmente non esistono linee guida ufficiali e nel mondo sono pochi i servizi d’emergenza che effettuano l’intervento a velocità moderata mentre un operatore esegue le compressioni toraciche. In questo momento la raccomandazione generale è che il soccorritore alla guida dell’ambulanza deve essere pienamente consapevole della necessità di guidare in modo regolare per permettere un BLS di qualità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: