28.11.2010 Si sente male alla festa Salvato in extremis

Un uomo di 76 anni era appena sceso dal bus navetta per passeggiare tra le bancarelle della festa del tartufo quando si è accasciato improvvisamente a terra

Ambulanza (foto frascatore)
Ambulanza (foto frascatore)

Empoli, 28 novembre 2010 – Una lotta contro il tempo e contro la morte. Sotto la pioggia per oltre quaranta minuti due medici, con l’ausilio di volontari, massaggiano il cuore, praticano la defibrillazione e solo quando sembrava che tutto stesse andando verso il peggio si apre uno spiraglio. Non sono neanche le 12 quando un uomo di 76 anni di Fucecchio, arrivato da pochi minuti a San Miniato con il bus navetta fa qualche passo, neanche arriva alle prime bancarelle della festa del tartufo che si accascia a terra colto dal malore sotto gli occhi della moglie.

 

E mancano invece pochissimi minuti all’una quando il cuore riprende a battere e l’ambulanza medicalizzata riesce a partire a sirene spiegate verso l’ospedale di Empoli dove l’uomo – secondo le ultime notizie – si trova ricoverato in prognosi riservata. Un’ora tragica quella che ha vissuto ieri mattina la San Miniato che nonostante il tempo, vedeva arrivare decine e decine di visitatori alla mostra mercato del tartufo.

 

Appena l’uomo si accascia a terra parte la richiesta di aiuto dai vigili urbani che si trovano quasi accanto a lui. I primi a prestare soccorso sono i vigili del fuoco. Dopo arriva la Misericordia di San Miniato. A sirene raggiunge la richiesta d’aiuto la Misericordia di San Miniato Basso che ha il medico a bordo. Sul posto, mentre i sanitari cercano di sottrarre disperatamente l’uomo alla morte anche il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini e l’assessore al turismo Giacomo Gozzini. Entrambi restano tutto il tempo, pronti a sospendere ogni iniziativa di festa se all’ultimo istante non si fosse riaccesa la speranza. Impeccabile l’impegno dei vigili urbani di San Miniato a collaborare perché i soccorritori potessero avere il massimo supporto.

Fonte: LA NAZIONE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 4 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: