23.02.2010 Mercato San Severino: Carabinieri ai corsi di formazione per defibrillatori

Stanno riscuotendo una grande partecipazione di volontari i corsi di formazione per l’uso dei defibrillatori che, a partire dal mese di marzo, verranno distribuiti in dieci postazioni strategiche di Mercato S.Severino. Il “Progetto Cuore” per la prevenzione della morte da arresto cardio-circolatorio, è stato varato dal cardiologo Carmine Landi, Consigliere Comunale di maggioranza, Presidente della Commissione Comunale per le Politiche Sociali e dell’Associazione “Grazie di Cuore”, ed è stato subito patrocinato dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giovanni Romano.Finora, una cinquantina di volontari hanno ricevuto già l’adeguata formazione per l’uso dei defibrillatori durante tre corsi distinti: 10 Vigili Urbani, 10 Volontari della Protezione Civile “Epi”, 10 volontari della “Misericordia”, 2 Agenti del Corpo Forestale dello Stato, 10 civili ed il massaggiatore della Rota Volley, hanno già imparato come si usano i defibrillatori. La vera novità, è che ai corsi di formazione parteciperanno, il 24 o il 25 marzo prossimi, anche 30 Carabinieri provenienti dalla Compagnia di Mercato S.Severino e dal Comando Provinciale di Salerno dell’Arma. “Infatti – spiega il dottor Landi – i Carabinieri di Mercato S.Severino, che avevano subito aderito al progetto, hanno ricevuto l’autorizzazione alla partecipazione dei corsi dal Comando Regionale dell’Arma. Noi credevamo che ai corsi potessero partecipare solo i militari della Compagnia di Mercato S.Severino, invece, la bella novità è che parteciperanno anche altri Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno. In totale, saranno 30 gli esponenti della Benemerita che saranno formati ai corsi e ciò non può farci che piacere. Ringrazio il Comandante della Compagnia di Mercato S.Severino, il Capitano Rosario Basile, il Comandante Provinciale, Colonnello Gregorio De Marco, ed i vertici regionali dell’Arma per la loro disponibilità. Un progetto così importante non poteva non prevedere la partecipazione dei Carabinieri, l’Arma sempre presente tra i Cittadini e sempre amata da questi ultimi”.

Il progetto prevede che, a partire dal mese di marzo, numerose strutture pubbliche della Città saranno dotate di un defibrillatore semiautomatico.

Le nuove apparecchiature saranno utilizzate già dalle prossime settimane presso: l’Associazione di Volontariato Misericordia; la Compagnia dei Carabinieri di Mercato S. Severino; la Croce Rossa; il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia; gli Uffici Comunali di Polizia Locale e Rurale; la sede dell’associazione E.P.I.–Emergenza Pubblica Irno. Sarà attivo un Numero Verde Gratuito per la segnalazione di urgenze e saranno adeguatamente formati i numerosi volontari che hanno aderito al progetto. Con questa iniziativa aumentano i servizi che l’Amministrazione Comunale presta ai residenti. “L’installazione dei defibrillatori si inquadra infatti” – dice il consigliere comunale promotore dell’iniziativa, Carmine Landi, cardiologo – “nella campagna di responsabilità sociale avviata da alcuni mesi per svolgere opera di sensibilizzazione verso la cittadinanza, alla quale si garantisce maggiore sicurezza ed interventi più efficaci e tempestivi”. Vero e proprio motore del progetto, fortemente voluto dal dottor Carmine Landi, Presidente della Commissione Consiliare alle Politiche Sociali e patrocinato dall’Assessore alle Politiche Sociali, Solidarietà e Servizi alla Persona, il dottor Angelo Zampoli, sono stati l’Associazione “Grazie di Cuore”, il Distretto Sanitario – Ambito F e il 118 Italia – Emergenza Sanitaria Centrali Operative. “L’obiettivo” – prosegue Landi – “consiste nel diffondere nei luoghi particolarmente frequentati (come ad esempio scuole, palestre e centri commerciali) i defibrillatori di ultima generazione, maneggevoli da trasportare e semplici da utilizzare anche da chi non è medico o infermiere e sia stato addestrato e abilitato al primo soccorso: dall’insegnante al poliziotto, dal vigile del fuoco alla cassiera dell’ipermercato”. “L’intervento immediato, nei casi di arresto cardiaco, è decisivo per salvare vite umane. Nell’infarto tutto si gioca sulla tempestività, ancor prima dell’intervento dei medici. Difatti – spiega Landi – colpisce ogni anno circa 160 mila persone, costituendo così la più comune emergenza cardiologica. Una emergenza da tamponare, nella gran parte dei casi, fuori dai presidi ospedalieri, poiche’ parte dei decessi avviene entro un’ora dall’inizio dei sintomi. Pertanto, se si intende ridurli, bisogna che il soccorso possa raggiungere le case, gli uffici, i luoghi pubblici, e poi successivamente entrano in gioco l’Ospedale ed il Pronto Soccorso”. Il primo strumento determinante per l’intervento è il defibrillatore, le cui dimensioni sono più piccole di una valigetta ventiquattro ore; la sua scarica elettrica interrompe la fibrillazione ventricolare, l’aritmia, che è causa della maggior parte delle morti nelle primissime ore dell’infarto.“Insomma, bisogna modificare la cultura del soccorso – spiega Landi – le manovre classiche, come il massaggio cardiaco, dovrebbero essere svolte dal personale medico mentre qualunque cittadino dovrebbe essere messo in condizioni di servirsi autonomamente di un defibrillatore”. Al riguardo, un recente studio della Centrale Operativa 118 di Forlì su una base di dati dal 1994 al 1998 ha dimostrato, in linea con i dati pubblicati dalla letteratura internazionale, che la percentuale di sopravvivenza dei pazienti colpiti da ACC che giungono al ricovero ospedaliero è del 90% se la defibrillazione è somministrata entro 4 minuti dall’arresto, scende al 50% se viene effettuata tra i 4 e gli 8 minuti, è inferiore al 30% se effettuata oltre gli 8 minuti. Anche grazie all’impegno del “Progetto Cuore” quindi, Mercato S. Severino si candida a diventare il centro più cardioprotetto della Regione Campania. Il “Progetto Cuore” battezza nel migliore dei modi l’attività dell’associazione “Grazie di Cuore”, presieduta proprio dal cardiologo Carmine Landi. “La nostra Associazione – spiega il dottor Landi – è stata fondata nel mese di novembre 2009. E’ un’Associazione che persegue attività socio-sanitarie e culturali. La sede è situata in via Rimembranza. Abbiamo in cantiere tanti altri progetti, di cui faremo partecipe, nei prossimi mesi, la cittadinanza. Abbiamo tanta voglia di lavorare, per il bene della nostra Comunità”.I soci sono tutti noti imprenditori, professionisti e politici di Mercato S.Severino. Tra questi, figurano: Michele Landi, Fausto Moriniello, Antonio D’Auria, Giovanni De Caro, Mario Cirillo, Antonio Caliano, Giuseppe Sessa, Marco Iannone, Gerardo Amore, Michele e Giuseppe Morese, Francesco Sellitto, Antonio Leone, Enrico Salvati, Natale Loria, Antonio Citro, Domenico Cosimato, Giovanni Landi, Raffaele Montefusco, Antonio Roberto.

Fonte: DENTRO SALERNO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: