08.07.2010 Salvato a 15 anni da un eroe per caso

Giovane pallanuotista crolla fulminato dalla “morte elettrica” in un autosilo. Lo rianima il parcheggiatore. Il ragazzo è ricoverato al Galliera. La sorella: «è stato un angelo»

«Ci ha salvato un angelo. Non so dire altro. Quello che è successo è un miracolo. Se non avessimo incontrato quella persona, mio fratello adesso sarebbe morto».

Serena non riesce a trovare altre parole, perché forse in un momento del genere non ce ne sono. Il fratellino di 15 anni ha rischiato di morirle fra le sue braccia. Il giovane è stato colpito da un arresto cardiaco. Un caso rarissimo di aritmia fulminante, detta volgarmente “morte elettrica”. Un male improvviso in grado di portarsi via ragazzoni giovani e sportivi come Simone.

Ma è ancora più raro sopravvivere. Simone deve la sua vita a un parcheggiatore. Un uomo che lo ha rianimato per venti minuti in attesa dei soccorsi. Che mai, nella sua vita, aveva pensato che gli sarebbero serviti i rudimenti di quel corso di rianimazione.

Fonte:  ilsecoloXIX



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci la tua mail per seguire il blog e ricevere le notifiche dei nuovi post.

    Segui assieme ad altri 3 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: